La Talpa Democratica

by Ferruccio Capelli, 4 commenti

di Ferruccio Capelli
Sono già intervenuto due volte sulla “Talpa democratica” per argomentare la mia opposizione alla candidatura di Renzi. A questo punto è doveroso motivare le ragioni della scelta per Bersani.
Sono tre le motivazioni essenziali. Innanzitutto Bersani, (continua…)


by Francesco Francioso, 1 commento

di Francesco Francioso

 

Chi ha vinto e chi ha perso. Una lettura del voto. Cinque brevi riflessioni. (continua…)


by Ferruccio Capelli, 1 commento

di Ferruccio Capelli

Per vent’anni, il centrodestra si è riorganizzato attorno ad un leader che ha esibito la spregiudicatezza come valore. Ma c’è dell’altro durante questo ventennio si è dissolta la capacità delle forze politiche, a destra ma anche a sinistra, di esprimere differenti idee di società. (continua…)


by Redazione, Nessun commento

di Massimilano Mele

Guardare palazzo Marino dalla prospettiva di Via Astesani significa per chi fa politica in un circolo PD, cercare di ridurre la distanza che in questi anni ha segnato il governo della città rispetto ai quartieri periferici. E’ proprio per colmare questo gap di attenzione che il rilancio del decentramento, negato nei fatti dalla Giunta Moratti, assume un rilievo particolare. (continua…)


by Redazione, 4 commenti

di Arturo Bodini

Il centro sinistra è stato colto impreparato dall’avvicinarsi delle elezioni Regionali ma può recuperare il tempo perduto. Quale sarà il candidato di centro sinistra? Il rifiuto a candidarsi di Ambrosoli ha suscitato allarme e sconforto. (continua…)


by Riccardo Buccianti, 5 commenti

di Riccardo Buccianti
Sulla gravissima crisi economica che attanaglia l’Europa e in particolar modo il nostro Paese sono state scritti fiumi di parole contenenti analisi le più diverse se non addirittura opposte. Qui pero’ vorrei soffermarmi sulla situazione che stanno vivendo le piccole e piccolissime aziende che sono la particolarità che differenzia la realta’ industriale italiana. (continua…)


by alberto grancini, 2 commenti

di Alberto GRANCINI

Nessuno di buon senso difende l’attuale articolazione delle provincie ma non prendiamo in giro i cittadini sostenendo che tutto il male e gli sprechi sono in questa articolazione dello Stato. Spiace che nel PD non giungano voci di critica ai “professori” e al “super esperto Bondi”  quando decidono l’ accorpamento delle province (accorgendosi che non potevano abolirle in quanto previste dalla costituzione) indicandole come fonte di spreco e causa di complicazioni burocratiche-istituzionali. (continua…)


by Paolo Zinna, Nessun commento

di Paolo Zinna   

Umberto Ambrosoli rinuncia a concorrere per la Regione. Le sue motivazioni non piacciono a tutti: un anziano cittadino lascia un commento piuttosto sferzante su Repubblica on line. (continua…)


by sergiofuma, 8 commenti

di Sergio Fumagalli

Ma vi immaginate cosa sarebbero state queste primarie se i candidati fossero stati i soli Bersani e Vendola? Una noia mortale. Un evento puramente celebrativo in cui l’elettore, anche quello più militante, si sarebbe sentito inutile. Il voto sarebbe stato un atto di diligenza, non di partecipazione. (continua…)


by Romano Scaffardi, Nessun commento

Benvenuto e buona fortuna al nuovo Forum. Anche perchè, essendo le talpe notoriamente cieche, dovremo essere noi partecipanti a vedere e seguire la strada giusta, di un forum aperto alle varie anime del PD, civile e serio ma non troppo serioso, non settario e non foriero di sterili polemiche.


by mario de gaspari, Nessun commento

di Mario De Gaspari
Le scelte dei comuni in materia di pianificazione urbana sono scelte economiche. Non solo nel senso che condizionano i bilanci locali, ma in quanto, nel loro insieme, sono una componente di rilievo della politica economica nazionale. Il contributo dei comuni all’economia nazionale può essere però inversamente proporzionale alle volumetrie edificatorie concesse. (continua…)


by Ferruccio Capelli, Nessun commento

di Ferruccio Capelli
Si fa presto a dire primarie. In realtà ogni primaria ha una storia e una logica particolare. Vi sono state primarie di coalizione con funzione legittimante,  come nel 2006 per la candidatura di Prodi. Vi sono state le “primarie dei sindaci”, segnate da gravi incidenti a Napoli e a Palermo, ma anche dalla partecipazione e dalla passione a Milano e in tante altre città. Vi sono state anche primarie di partito, come quelle per l’elezione di Veltroni e di Bersani a segretari del PD. (continua…)


by Redazione, Nessun commento

di Paolo Zinna
Ciò di cui si è discusso in Direzione, la scorsa settimana: la futura città metropolitana E ciò di cui non si è discusso, ma forse si sarebbe dovuto discutere: primarie e situazione politica nazionale. (continua…)