La Talpa Democratica

by sergiofuma, 3 commenti

di Sergio Fumagalli

Che senso ha essere iscritti ad un partito ed esaurire il proprio ruolo nel riempire le sale dei convegni e nel cuocere le salamelle? E’ semplice: non ha senso. La crisi dei partiti sta proprio qui. Troppe volte occorre adeguarsi senza aver capito bene, troppe volte chi parla dice banalità trite e ritrite, sentite e ri-sentite mille volte. Per tutto ciò basta Ballarò, non serve essere iscritti. Che i leader si cuociano da sé le salamelle e reclutino i parenti per farsi applaudire!
I leader non sono solo quelli di Roma – le bindi, i franceschini, i d’alema etc. Ogni livello ha i suoi leader, a Roma, a Milano, a Cormano, a Suello. Questo è un partito oggi e questo è il PD (il resto è anche peggio): una matrioska di leader sempre più grandi – o più piccoli, a seconda della prospettiva – che si reggono l’uno con l’altro, bisticciano e fanno pace. (continua…)


by Redazione, Nessun commento

Riceviamo da Carlo Patrignani e volentieri pubblichiamo

Vi giro questa intervista assai interessante a Sergio Cofferati sul Congresso del Pd e l’adesione al Pse!
Il Congresso del Pd va fatto in fretta, prima possibile e la ‘commissione’ istituita per stabilire le regole deve far presto: si puo’ procedere con la separazione tra segretario e candidato Premier, non e’ necessario che sia la stessa persona, ma per entrambi devono valere le primarie aperte. E poi non e’ piu’ rinviabile l’adesione al Partito socialista europeo: il Pd ci sarebbe dovuto esser come partito membro di diritto gia’ da tempo. Sergio Cofferati, ex-leader della Cgil, eurodeputato e (continua…)


by sergiofuma, 2 commenti

di Sergio Fumagalli
Serve più lavoro. In Italia mancano 2 milioni di posti di lavoro e se a questi si sommassero i lavori che non scompaiono solo perché costano pochissimo, lavori che non hanno un senso economico, il quadro sarebbe ancora peggiore. E’ un problema drammatico e non si risolve con le buone parole, non con le buone intenzioni e nemmeno con la spesa pubblica.
Alla famiglia Riva sono stati sequestrati 8 miliardi di beni. (continua…)


by Paolo Zinna, 1 commento

di Arturo Bodini
il governo Letta sembra più un governo di transizione verso un governo della destra, che un governo di tregua politica retto dal PD. Ogni suo intervento politico è uno spot elettorale per il PDL, dal rinvio dell’IMU al manipolo di gendarmi inviati a Milano. Il diktat  di Alfano: “Solo riforme condivise” in aggiunta allo spot dell’inquisito Berlusconi “Governo di pacificazione Nazionale” confermano ampiamente questa tesi. (continua…)