La Talpa Democratica

by Paolo Zinna, 1 commento

di Paolo Zinna
Stiamo entrando in un anno decisivo: nuova Lombardia, nuovo Parlamento, anche nuovo PD. Ciascuno di noi sarà chiamato a fare delle scelte (anche sulle persone) e queste dovrebbero stare entro una logica complessiva. Io vorrei che  non ci lasciassimo ipnotizzare dagli ultimi colpi di coda di Berlusconi. Il mondo non si divide fra avversari di B. (tutti indistintamente “buoni”) e avversari di B. (“cattivi”, moralmente inferiori, disonesti). Il mondo si divide fra chi vuole una società diversa, con minori differenze sociali, con più libertà e più diritti per tutti, con una sana crescita economica, e… (continua…)


by Bodini Arturo, 2 commenti

Perché voterò Bersani – di Arturo Bodini
Le primarie del Pd sono iniziate sottotono, ma poi hanno avuto un crescendo impressionante, diventando un evento mediatico di grande rilievo, grazie anche alla candidatura di Renzi. Gli esiti non scontati hanno aiutato. I candidati  hanno rappresentato opzioni politiche tra loro diversificate. E questo è stato voluto da Bersani, anche contro i suoi collaboratori: in un partito plurale il confronto di idee è il collante politico che porta poi a scelte condivise. (continua…)


by maxmele, Nessun commento

Abbiamo perso quindi andiamo avanti - di Massimiliano Mele
Di certo c’è che Matteo Renzi ha perso. La rete amplifica le manifestazioni di giubilo dei supporter di Bersani la “forza tranquilla” del centrosinistra italiano.
Evviva! come si dice in questi casi,  “adesso tutti insieme per vincere le politiche”. Però prima un paio di cose è giusto dirle. (continua…)


by Redazione, Nessun commento

di Francesco Maria Mariotti
Un bell’articolo di Jacopo Tondelli su Linkiesta pone alcuni importanti interrogativi su quali siano le prospettive di alleanza del PD nel caso di vittoria di Bersani alle primarie, denunciando il rischio di riprodurre domani coalizioni già provate in passato e che hanno dimostrato insufficiente visione strategica e incapacità di riformare l’Italia in punti fondamentali, (continua…)


by Ferruccio Capelli, 2 commenti

di Ferruccio Capelli
Domenica 25 novembre in tanti hanno esercitato il loro diritto di scelta. Sull’esito del voto le valutazioni sono differenti.
Alcuni hanno indicato nello sfidante il vincitore di fatto della contesa sostenendo una tesi semplicissima: il segretario del Pd ha occupato uno spazio già suo mentre Renzi si è imposto come la novità della politica italiana. In realtà il sindaco di Firenze si è ricoperto con la bandiera del nuovismo. Il suo messaggio è il seguente: chi non mi sostiene o mi contrasta è un ostacolo all’innovazione.  (continua…)


by Paolo Zinna, 7 commenti

di Paolo Zinna
Tutto come previsto? I voti e la percentuale di Bersani sì (io ho votato per lui, sia chiaro) ma non mi aspettavo i quattro milioni e non mi aspettavo Renzi così alto e Vendola così basso. Emergono il bene e anche il male delle primarie: lo stimolo a “dire la mia” coinvolge quote di cittadinanza che ritrova la voglia di esserci, al di sopra di code, firme fastidiose, due euro; e, in parte, la estrema semplificazione del messaggio che passa (“esperienza contro improvvisazione” oppure “nuovo contro vecchio”).  Ne sono penalizzate tutte le posizioni differenti solo in parte e gli schemi tradizionali (“più sinistra contro meno sinistra”) (continua…)


by Paolo Zinna, 2 commenti

di Arturo Bodini
Le primarie del Pd sono iniziate sottotono, ma poi hanno assunto il taglio di un evento di rilievo. Gli esiti non scontati hanno aiutato, infatti per la prima volta si tratta di primarie non confermative. I candidati  rappresentano opzioni politiche tra loro estremamente diversificate. E, anche quando gli esiti, per alcuni di loro, sono scontati, hanno veicolato proposte di sicuro interesse. Insomma lo scontro tra Renzi e Bersani,
(continua…)


by Redazione, 1 commento

di Mauro Mercatanti
Pietro Ichino alla Leopolda: http://www.youtube.com/watch?v=d-cOGX-CRNg
20 minuti di parole, invettive e ovazioni esclusivamente CONTRO la sinistra: impressionante. (continua…)


by maxmele, 3 commenti

di Massimiliano Mele

Confesso sono stato “bersaniano”, lo sostenni alle primarie precedenti. Non ho dubbi circa la qualità della persona: presidente della regione Emilia-Romagna, un efficace ministro dell’Industria attento ai consumatori, convinto “liberalizzatore” …  In poche parole è certamente un buon segretario, una risorsa vera per il paese.  Allora perché scelgo Renzi? (continua…)